copie "illegali" su google

Ciao a tutti, mi chiamo VIviana e ho pubblicato su Lulu il mio libro. E' la prima volta che accedo ad un forum quindi non so bene come funzioni. Ma la mia domanda è questa. Per caso mi è arrivata una mail da un conoscente che mi diceva di aver trovato il PDF del mio libro "free" su google (mi ha mandato il link ed è vero)....Ora capisco che potrebbe averlo comperato qualcuno e poi messo on line free ma la domanda è, ora posso farci qualcosa? ...A parte che non sapevo nemmeno che si potesse "annunciare" l'uscita del proprio libro su Lulu, ed è una nuova bella scoperta Smiley Sorpreso) essendo un libro che reputo di "self help", non l'ho ancora pubblicizzato e le uniche copie le ho prese io, eccetto 1 e conosco la persona....

Certo quando una cosa è on line ormai sarà così per sempre.... mi da un po' fastidio, in verità ma....qualcuno di voi sa cosa posso fare? Di fatto è un manuale di supporto alla mia attività, con una metodologia nuova applicata al mio settore, ma mi dispiacerebbe che ne venisse fatto un uso universale dopo tanto lavoro mio....qualcuno può aiutarmi nel consigliarmi cosa fare? Vi ringrazio a priori Smiley Sorpreso)))

Commenti

  • Spero ti risponda presto chi di dovere perchè il discorso è abbastanza serio.

    Purtroppo noto che qui rispondono con molta lentezza, io aspetto una risposta da un bel pò di tempo...

    per non parlare del mio libro, che ho ordinato il 6 giugno e del quale non ho ancora notizie....

     

    facci sapere.

     

    Andrea

  • non su google, ma su qualche sito mostrato dalla ricerca vorrai dire

     

    google è un motore di ricerca, il suo fine è di farti trovare quello che cerchi, non è responsabile dei ciotenuti dei siti

     

    più in generale, considera che mettere a pagamento la versione elettronica di un testo, e quindi interponendo quello che anglossasonamente si chiamerebbe PAYWALL (sbarramento a pagamento), specie per un autore non conosciuto e/o pompato artatamente da tv e giortnali, è un grave errore dato che impedisce la diffusione dei suoi testi

     

    tu invece se sei un autore sconosciuto fai circolare i tuoi testi gratuitamente il più possibile (con licenza creative commons che vieta il riutilizzo commerciale) e una volta acquisita un po' di notorietà venderai il cartaceo

     

    l'autore che si autopubblica non deve guardare al modo di agire dei grandi gruppi editorisali che devono limitare la concorrenza e per questo si servono del copywrong

  • ah ok, mi è più chiaro in verità, non essendo del mercato non avevo consapevolezza del "paywall" piuttosto che delle altre cose che mi hai detto. Ti ringrazio molto della tua risposta.

    Viviana

Accedi oppure Registrati per commentare.