nuovi eReader,un mercato che sta per esplodere,e noi?

Ogni volta che leggo pagine come questa (la Repubblica, mica l'eco di Codroipo)

http://www.repubblica.it/tecnologia/2010/11/05/news/ebook_biblioteche-8764601/?ref=HRERO-1

soffro; dopo qualche secondo perso a questa reazione,mi girano forte e penso: ma noi, LULU, intendo, che stiamo facendo, per questo mercato che sta per esplodere? Gli eReader stanno per invadere il mercato, le scrivanie, le borse, le cartelle, le tasche degli italiani. iPod, iPad, iPhone, Galaxy,Cybook Opus,il Player7 di Trextor a 99 euro(che vuol dire che siamo già al consumer, non più alla nicchia, all'elìte...)il Folio Toshiba.. insomma: il mercato dei lettori ormai C'E'.

Ma leggetevi anche questo esplicativo:

http://www.mediaworld.it/tecnoguide-news/speciali/2010/10_svago-creativita/sez_02_ultraportatili/pag_02_mondo-ebook.php?WT.srch=1

Veniamo ai libri disponibili: se non ci fossero i ragazzi di Semplicissimus e qualche biblioteca(rio) che si prende la briga di tradurre in formati leggibili le loro versioni,sull'iBookstore i titoli in italiano sono raccapriccianti. CHE COSA LEGGO, OGGI? UHHMMM...che bello! Pinocchio e i Promessi sposi, Moby(il resto del titolo su lulu è vietato e mi blocca il thread), ma anche tutto Dante, Pascoli, Alfieri, Verga e un po' di Wu Ming e...che veggo??? ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE!!!! (wowww....... che tristezza!)

...meno male che sul mi iPad posso scaricare il Foglio e la Repubblica, così posso leggere cose interessanti, e imparare parole nuove, tipo: discarica,verbale,nessun superstite,premier,monito,legge di stabilità,clan dei baresi,limone mutante,e anche nomi propri di persona:Noemi,Terzigno, Arcore,Ruby,Ashton Kutcher (chi era costui?)e Brunetta. ahh... mi mancava: Giovanardi.

Probabilmente, per andare in bagno, oggi, ancora, il catalogo dell'ikea...

Ora..io non sono uno che sta con le mani in mano: il mercato dell'ebook mi piace, sono entusiasta, voglio fare qualcosa:

Scrivo e compongo un manualetto di ricette afrodisiache.. lo pubblico su Lulu e mi aspetto, visto che la pubblicità del servizio recita (in home, in bella vista) DISTRIBUIRE IL TUO Ebook in iBOOKSTORE è SEMPLICISSIMO sottotitolo:Distribuzione nell iBockstore con un solo click, che venga distribuito (è così difficile da capire?) in iBookstore italia, visto che tutta la fatica che ho fatto (servizio di validazione veramente nebuloso..vedasi discussioni che mi riguardano nel forum) l'ho fatta in italiano. Ma....SORPRESA! (dopo) Lulu ,sì, è il nostro interfaccia e referente (e si prenderebbe la percentuale giusta -giustissima!!!- di proventi..ma solo per il e sul mercato americano dell'iBookstore di Apple. Altre case stanno dando notizia di se in questa direzione: Giunti, Mondadori, Telecom... e NOI?

CHE STIAMO ASPETTANDO?

CHE STIAMO ASPETTANDO?

CHE STIAMO ASPETTANDO?

CHE STIAMO ASPETTANDO?

CHE STIAMO ASPETTANDO?

Commenti

  • ToyTony, 

    completamente d’accordo. Il mercato degli E-Reader è già avanzato e ormai sta esplodendo. Sto cercando anch’io di pubblicare un volumetto in Epub, ma, mentre con il PDF, ho concluso la procedure in cinque minuti, ho qualche difficoltà con l’Epub (nonstante abbia reimpaginato con Sigil e validato su Threepress) e la distribuzione effettivamente mi sembra creare molte difficoltà.

    PS: Mi ha colpito l’incipit "mica l’eco di Codroipo", io sono di San Vito al Tagliamento.  :-)

  • Se vuoi te li pubblico io, senza portare via clienti a lulu...cerebroeditore.com.
    Terrei lulu come base di stampa, ma con un isbn italiano il discorso cambia, e molto!
Accedi oppure Registrati per commentare.