Questioni fiscali/legislative sui ricavi provenienti da lulu.com

Salve,

 

avrei intenzione di pubblicare qualche ebook con voi.
Vorrei capire ( sono uno studente, no reddito ) se i proventi che vengono accreditati a me dalle vostre vendite sono da dichiarare in qualche modo. Se sì, come?

Il contratto che firmo con voi al momento dell'assegnazione di un ISBN gratuito in che rapporto lavorativo mi inquadra nei vostri confronti e nei confronti dello Stato Italiano per la dichiarazione (eventuale) dei redditi?

Se invece non mi faccio assegnare un ISBN per la vendita di un ebook, cosa cambia dal punto di vista giuridico e fiscale nella dichiarazione dei redditi?

Grazie mille

Commenti

  • Per reddito si intende un'entrata costante e continua nel tempo, oppure un importo superiore ai 3000 euro/anno.

    Quindi a meno che tu non venda centinaia di copie, se il compenso dei diritti d'autore è saltuario e di modico importo, considerando anche che per la Legge italiana, per poter dichiarare un reddito, oltre ai guadagni devo poter dichiarare anche le spese,e che quest'ultime non devono superare le entrate, dubito che tu possa rientrare in quella fascia che deve compilare il 730 perchè ha guadagnato 2/10 euro ... mentre l' ISBN serve a poter vendere un prodotto identificandone l'editore e l'autore. Senza ISBN non può essere venduto (in pratica è come vendere in nero...).

    Inoltre, tieni presente che le tasse, l'IVA ecc.. la paga l'Editore, il proprietario del sito ecommerce che vende gli ebook, quindi dal punto di vista fiscale l'unico che non si deve preoccupare è proprio l'Autore, sempre che il libro non diventi un best-seller, e in questo caso, superati i 3000 euro, dovranno essere dichiarati, pagando l'IVA al 4%, e nient'altro.

     

  • ti ringrazio marco, il problema è che se per il cartaceo è vero che le spese di iva e stampa le versa il sito in generale quando è un POD, per gli ebook in effetti percepisci un compenso dell'80% sulla vendita.
    Ora non so se in questo 20% sono incluse anche le tasse, senz'altro se lulu.com fornisce un modulo W-8BEN e poi invia un modulo 1042S da quel che ho capito effettua un resoconto all'autore in modo che egli possa dichiarare i suoi proventi al fisco della propria nazione secondo il trattato USA/Italia.

    Pur aspirando a vendere copie, so che le cose molto spesso non vanno per il meglio e si guadagna poco, ma non è detto che quel poco sia senz'altro esentasse.

    La quota di 3000€ è leggibile da qualche parte Marco?
    Io ho letto che a prescindere dal tipo di contratto, quando qualcuno vende per te, sei "lavoratore autonomo" e a prescindere da quanto lavori per lui questi redditi percepiti vanno dichiarati sotto tale forma, anche perchè con la vendita di un libro il rapporto sarebbe ai limiti dell'occasionale.
    Alcuni parlano di una soglia di 500€ per cominciare a dichiarare, altri 600€, altri 5000€ annui, ora leggo anche 3000€, naturalmente sono cifre un bel pò differenti e non so per cosa propendere.

    Io sapevo che esiste un'aliquota del 20% da pagare sui diritti d'autore. Ovviamente questa aliquota va applicata a una base imponibile diversa a seconda del tipo di lavoratore.
    Lavoratore autonomo con 35 anni o più : base imponibile 75% (es. guadagno 1000€, base imponibile 750€, su cui pago 20% di tasse al fisco = 150€ )
    Lavoratore autonomo con meno di 35 anni : base imponibile 60% (es. guadagno 1000€, base imponibile 600€, su cui pago 20% di tasse al fisco = 120€ ).

    Infine, vorrei chiedere: se io chiedo un ISBN italiano gratuito per il mio ebook o libro cartaceo ( es. pubblico con youcanprint ), poi posso inserire il mio libro nel canale di vendita lulu.com?
    Youcanprint me lo permette? Lulu.com mi consente di pubblicare?

  • Sottolineo che nella mia ricerca di natura fiscale, stamane sono venuto a conoscenza di questo documento pubblicato dall'Agenzia delle entrare della Toscana:

    http://www.traduttoristrade.it/sites/default/files/diritto%20autore%20web.pdf

    Ovviamente, fa seguito anche questo :

    Una nuova disposizione della Finanziaria 2007 (comma 318 dell'unico articolo della legge 27 dicembre 2006, n. 296) prevede per gli autori di età inferiore ai 35 anni una deduzione forfetaria nella misura del 40 per cento del compenso percepito, in luogo della deduzione standard nella misura del 25 per cento. Dunque, uno scrittore di età inferiore ai 35 anni si vedrà tassato solo il 60% del proprio compenso.

  • Cerco di fare un po' d'ordine...

    Prendiamo ad esempio il "gratta e vinci"...le vincite ( e quindi i guadagni) fino a 500 euro, si possono ritirare direttamente dal negoziante, quindi senza documenti, senza fattura; Questo perchè l'entrata viene ritenuta occasionale, e  non supera la soglia fissata per legge, adesso abbassata a 1000 euro con l'ultimo decreto.

    E' bene chiarire che le tasse le paga sempre e solo chi vende, quindi l'editore, e nel caso degli ebook, il prezzo di vendita viene compreso di IVA al 21%. Il guadagno, quindi quello che nella dichiarazione dei redditi viene chiamato: altri redditi, deve avere un limite fissato per legge, perchè altrimenti dovresti pagare le tasse anche sulla mancia, dichiarare un valore su un regalo ricevuto, ecc..ma per i particolari e i dettagli meglio digitare su google la voce entrate saltuarie, perchè troppo lungo e complesso da spiegare quì.

    Comunque il concetto di base è questo: retribuzioni, paghe, entrate continuative e costanti nel tempo si calcolano e tassano sul lordo annuo. Perciò un entrata saltuaria e di importo (singolo) inferiore ai 1000 euro, non deve essere dichiarata, e se le entrate complessive sommate superano la soglia di 3000 euro annui, in questo caso invece, sì.

    Per l'isbn, Lulu, permette tutto, anche che un altro editore pubblichi con loro, ma certamente non puoi utilizzare un ISBN italiano e utilizzarlo come se fosse lulu. Cioè, se youcanprint pubblica un libro con il suo isbn, puoi "duplicarlo" anche su lulu, ma l'editore rimane youcanprint...puoi però creare due copie, una per editore con isbn distinti.

    Youcanprint, è un ottimo editore, anche se io ne conosco uno che da' meno vincoli (cerebroeditore.com), e ultimamente offre sconti particolari a chi passa da lulu a youcanprint, e non credo quindi, possa accettare il contrario.

    Quindi per riassumere: Lulu permette di pubblicare anche volumi di altri editori, youcanprint, offre un servizio di vetrina per opere di altri editori, purchè siano loro a stamparli e venderli. Per gli ebook in qualsiasi formato, meglio rivolgersi a simplicissimus.it , che raggiunge tutti i bookstore, e se le opere pubblicate non sono poche, meglio acquistare gli ISBN direttamaente da ISBN.it, ma questo comporta oltre ai costi, anche il fatto di diventare editori con tutti gli oneri connessi.

    Marco

  • Grazie Marco, ho postato anche in qualche altro forum di commercialisti per avere ragguagli, perchè esiste effettivamente anceh un'altra voce nel Modello Unico-Mini, alla voce "Altri redditi" , dove si possono dichiarare i proventi da utilizzo di diritti d'autore a uso commerciale per conto terzi.


    Attendo risposte e poi le aggiungo qui le chiarezza.

    Mi sono fatto un giro su cerebro, tu sei l'editore?
    Posso pubblicare anche per cerebro? Mi spiego, se scrivo un ebook, gli posso fare assegnare ISBN differenti...ma così non sto commettendo delle infrazioni?
    Se pubblico un ebook con un ISBN per cerebro, poi con altro ISBN per youcanprinti e poi ancora un altro ISBN americano per lulu.com, non sto facendo qualcosa del tipo auto-plagio? Mi sembra strano che lo permettano, nel contratto che fai al momento della pubblicazione non c'è l'esclusiva vendita sui mercati indicati da ciascun editore?

    Ho visto su cerebro che alcuni ebook sono acquistabili su cerebro e sotto c'è anche un link che li porta all'acquisto su lulu con maggiorazione del 30%. E' un'opzione che fa lo stesso autore quando pubblica su cerebro? Che cosa incassa in questo modo?

    Dove si vedono le vendite? Dove posso vedere le caratteristiche percentuali delle royalties, di come vengono date con che cadenza, etc? Non ho trovato nulla sul nuovo sito cerebro-editore.it, solo un annuncio generale.
    Effettivamente non ci sono costi di spedizione e i prezzi sono contenuti, potrebbe essere interessante.

  • L'autore è l'unico che detiene i diritti della sua pubblicazione, quindi l'editore è un tramite...puoi far pubblicare con chi vuoi la stessa opera, i problemi sono unicamente di tipo commerciale, cioè la confusione nel lettore che non capisce le differenze tra una e l'altra ecc.. Un editore non lo può impedire a meno che non faccia firmare un contratto di esclusiva, ma in questo caso, l'autore deve ricevere un compenso indipendentemente dalle vendite, perchè altrimenti quale vantaggio avrebbe?

    Per quel che riguarda i link, sono semplicemente due diversi modi di acquisto...se acquisti su cerebro paghi una certa cifra, se lo fai su lulu, le tariffe le stabilisce lulu stessa. Semplicemente io (cerebro) di ogni opera che pubblico, ne faccio una copia su lulu (per il mercato estero), e degli ebook-epub-mobi, anche su simplicissimus.it che copre tutto il mercato mondiale. Maggiore visibilità, maggiori possibilità..

    Per il controllo delle vendite, essendo un tema riservato, solo chi pubblica con Cerebro ha la possibilità di seguire tutti i movimenti della sua opera, e riceve copia di ogni ordine che fanno le librerie o i bookstore online.

    L'unico consiglio, visto che mi sembra di capire che vuoi pubblicare un ebook, è quello di fornirlo a chi lo dovrà pubblicare in formato word (non in pdf e nemmeno in epub). Ci sono parametri da inserire con programmi appositi, oltre all'isbn e alla copertina, e poi, sempre meglio avere la copia cartacea prima e poi farne anche un ebook. Al limite ci sono programmi come calibre e sigil che creano ebook, e comunque si dovrà partire sempre da un testo in word o rtf, perchè un pdf nella conversione spesso crea problemi, e non viene validato poi dalle verifiche elettroniche che permettono di pubblicarlo.

    Infine, per correttezza, con Lulu ho un rapporto di collaborazione e agevolazioni come editore, quindi è per questo motivo che di ogni pubblicazione ne faccio una copia su lulu, non vorrei mai "rubare" clienti. Su youcanprint, generalmente faccio pubblicare opere speciali, che richiedono una lavorazione di rilegatura particolare, oppure che superano le 700 pagine massime di lulu ecc....

    Per evitare che questo forum diventi una sorta di scambio corrispondenza personale, preferisco se necessario che tu mi scriva direttamente a : info@cerebroeditore.com .

    Spero di essere stato chiaro, Marco

  • per quest'ultima tua domanda la risposta è no.
  • ma se io avendo quest'anno reddito da lavoro + naspi avessi venduto 3 copie di un libro con un guadagno di circa 1,20 euro, e quindi dovendo fare il 730, le vendite del mio libro risulterebbero in lavoro autonomo occasionale vero? è ancora valido il concetto della soglia dei 3000 euro per permettermi di non dichiarare tali copie?

Accedi oppure Registrati per commentare.